Translate

mercoledì 4 ottobre 2017

Qualche ricetta esotica ma non troppo...

Ottobre 2017
Stiamo mettendo su ciccia...
Il "Carrefour di Fa-a "è il nostro "luogo di perdizione" preferito: c'è veramente  di tutto da tutto il mondo.
I prezzi sono alti, ma non impossibili.
Sulle banconote del Franco Polinesiano( 1 € = 119 XPF) ci sono pesci tropicali, tartarughe, perle...
Dei piccoli capolavori .
Anche qui si approfitta delle offerte speciali con la "fidelity card".
Le cassiere sono uno spettacolo: cicciose,tatuatissime,con abiti floreali che cambiano ogni settimana e corone di fiori freschi ad incorniciare il viso.Da foto!
Ma passiamo alle ricette.(Potete anche fare i conti della spesa finale...)

TONNO BIANCO al latte di cocco

Ingredienti × 4 persone:

un trancio di almeno 500 gr, di tonno dalla carne rosata freschissimo e senza "filamenti "bianchi ,(XPF 2090/Kg)
un limone grande e succoso (XPF 900/KG)
un pomodoro grande non troppo maturo   (XPF 600/Kg)
una cipolla rossa piccolina, a chi  piace  (XPF 500 Kg)
una carota (XPF 250 /Kg)
un cetriolo (XPF 300/Kg )
quattro foglie di "insalata gialla" (XPF 500/Kg)
un barattolo di latte di cocco tahilandese, più denso e meno zuccherato del locale (XPF 600)

Preparazione:
Tagli il tonno a dadini e lo metti a macerare nel succo del limone per pochi minuti.
Intanto tagli a pezzetti le verdure, grattugi la carota e unisci il tutto al tonno .
Mescoli bene e, per ultimo, aggiungi mezzo barattolo di latte di cocco.
Una mezz'oretta in frigo "et voilà " il pesce è servito!

Variante "sfiziosa": al posto del latte di cocco, si aggiunge una salsa tahitiana a base di mostarda e  soia.
Da leccarsi i baffi !!!

CALAMARI "neri" con polenta

Ingredienti:
due scatolette (sigh!) di trancetti di calamaro con il loro sughetto nero ( comprate a Colon, Panama)
una cipolla bianca (XPF  350/Kg)
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
80 gr di polenta istantanea(XPF 500/250gr)
Sale,pepe q.b.
Olio di oliva (XPF 1200/lt)
Vino bianco, 1/2 bicchiere, SOLO SE SEI RICCO !!!(XPF 1.800 × 75 ml appena decente, tipo Tavernello,da noi soprannominato  "Chateau Cartòn ")
Preparazione:
Fai soffriggere in una padella antiaderente la cipolla a fuoco lento con poco olio e un pò di acqua.
Unisci i calamari , il concentrato di pomodoro, sale, pepe e il vino bianco (con giuduzio ,che costa !!!)
Mescoli il tutto per cinque minuti e spegni il fuoco.
A parte, versi lentamente la polenta istantanea nell'acqua che bolle e vi aggiungi un cucchiaio di olio  di oliva e sale grosso q.b.
Altri tre minuti mescolando pazientemente finchè la polenta "fa le bolle".
Spegni il fuoco , versi la polenta nei piatti e aggiungi il sughetto nero, forse brutto da vedere, ma delizioso da gustare...
"Bon apetìt" dal "PARTY BOY"

Chi comprerà il PADDY BOY ?


Ottobre 2017
Ormai ne abbiamo viste di tutti i colori...
Luglio 2017
L'inizio.
Incontriamo Alexander nel suo ufficio al Marina Taina.
Bel ragazzo ,moro , espansivo e sorridente,trentenne, single ,accanito fumatore, di origine bretone, è il "boss" di "Raiatea yacht " , l'agenzia a cui siamo vincolati da una "esclusiva" valida sei mesi per la vendita della nostra barca .
La sua percentuale è il 5% del prezzo finale: non poco...
Alle 9.30 del 15 luglio, mentre siamo all'ancora a Venus Point, lo vediamo arrivare con il suo gommone con fuoribordo  Yamaha 90 Hp "a manetta": almeno 30 nodi di velocità.Quindici  minuti dal Marina Taina a Venus Point  sul mare liscio come l'olio all'interno della barriera corallina.
Puntualissimo.
Bene.
Vuole allestire un servizio fotografico "strappacore", professionale ed irresistibile  , su  "in and out" del nostro PADDY BOY, tirato a lucido per l'occasione.
Bene.
Dopo le foto , l'intervista : domande precise sullo stato di salute della nostra barca, scafo, rigging, ore motore, ecc.
Alexandre prende appunti : deve preparare l'articolo , che, ci assicura , sarà presente dopo poche ore sul suo sito .Le stesse informazioni compariranno su "Yacht World " e su "Cosas de barcos", partners di "Raiatea yacht".
L'area di mercato si espande : benone!!
Alle otto di sera, curiosi, ci colleghiamo al sito : ci sono le foto!!
Belle, fanno voglia di vederlo dal vivo questo Beneteau 42 CC  di soli 14 anni così ben tenuto...
Bravo Alexandre!
Dopo di che leggiamo l'articolo con i dettagli della barca : " ??? !!!!! "
NON è il PADDY BOY !
L'articolo descrive un 'altra barca : dimensioni , vele, motore, tutto diverso.
"Ueiii !!! ???Alexandre ,  Che te sei fumato???"
Gli mandiamo immediatamente un "Whats'app" chiedendogli, gentilmente, di correggere  i dati fasulli che ha pubblicato.
Il mattino dopo ci richiama e sistemiamo insieme l'articolo...
Un pò perplessi, lo ringraziamo per la sua disponibilità.
Il giorno dopo ancora ,ci arriva un messaggio : " Ho un cliente interessato alla vostra barca. Possiamo incontrarci a bordo domani mattina alle 10 ?"
"WOW!!  "
Qui rischiamo di tovarci senza barca nel giro di pochi giorni!
Come al solito i miei neuroni si mettono in agitazione mentre spolvero e passo la cera al silicone sulle belle pareti in mogano del PADDY BOY.
A bordo ci sono tutte le nostre cose: dove le mettiamo se il tipo ce lo compra e decide di ripartire all' istante?
Ci tocca affittare una camera a Tahiti??
E dove andiamo poi , in luglio, cioè in pieno inverno, nell'emisfero Sud??
Robi, scettico, continua ad ascoltare la sua musica preferita con le cuffie , dondolando in amaca a poppa mentre si gode il panorama di Venus Point...
Saggio !
Ore 10 a.m.: arriva il gommone.
A bordo , oltre ad Alexandre, sorriso smagliante, polo rosa ,capelli al vento e occhiali  da sole bluette a specchio, c'e' un omino vecchiarello e magrolino, tipicamente "old english" , capelli bianchi e bermuda cacki ,che chiamerò "Bob".
Incomincia la visita : Alexandre fa da cicerone .
Noi ci teniamo in disparte per non intralciare...
Quando i due escono in pozzetto io scendo a preparare il caffè accompagnato dalle "Madleine", deliziose conchiglie di pan di Spagna al profumo di mandorla ,appena sfornate,in vendita alla "boulangerie" del" Super U" di Mahina, a due passi dalla spiaggia di Venus Point.
" Bob", per non essere da meno di Alexandre, chiacchierando amabilmente, beve il caffè e trangugia una discreta quantità di dolcetti.
La visita si conclude in un'oretta : i due riprendono il mare " a tutta birra" verso il Marina Taina.
"Se son rose, fioriranno..."
Saremmo curiosi di sapere qualcosa...ma aspettiamo che sia Alexandre a chiamarci...
Passano due giorni, poi arriva un Whats'app : " Ho un altro cliente per voi, domenica alle 11 a. m. OK?"
"DOPPIO WOW !"
Ci chiediamo  perplessi che fine abbia fatto Bob... ma accettiamo  volentieri la prossima visita.
Alexandre sa quello che fa, è il suo mestiere..., si o no ?
Domenica, ore 10.45 a.m.: Robi mette in acqua il dinghi e si dirige verso la spiaggia di sabbia nera di Venus  Point.
Dovrà portare a bordo Gilles, collaboratore temporaneo di Alexandre ed il nuovo cliente.
Io rimango a bordo, in attesa.
Dopo pochi minuti vedo che il dinghi sta rientrando:a bordo Robi più due uomini e una fanciulla.
Interessante...
Appena accosta alla spiaggetta di poppa del PADDY BOY, Robi mi avverte che la signorina (leggi :Super Gnocca forse trentenne, con top di pizzo rosso,mini /micro shorts bianchi, gambe kilometriche,capelli nero ebano raccolti a coda di cavallo ,occhialoni da sole stile "Ape Maia" , sorriso holliwoodiano...e  sandali dal tacco vertiginoso, per fortuna in mano se no mi buca il gommino..) è bagnata fradicia.
L' onda di risacca l'ha presa in pieno mentre si sistemava a prua del dinghi : ci mancava solo "l'effetto bagnato"...!
Le procuro immediatamente un telo di spugna : si asciuga come può ma soprattutto si ripulisce dalla sabbia nera che le inzozza i braghini immacolati..." povera stela"!
Il signore brizzolato  ,diciamo "Charles", sulla cinquantina, che l'accompagna, ossequioso, curato,mi sembra uno con i "skei".
Azzardo un'ipotesi : lei potrebbe essere...sua figlia? La "nipotina" ? Sua moglie ????? Naaaaa....
I due , lei avvolta nella spugna tipo" canolo ambulante", iniziano il giro del PADDY BOY. Prima in coperta, poi scendono in quadrato.
Scattano un mucchio di foto, soprattutto della mega cabina di poppa con il  letto "king size" che ...neanche su un cinquanta piedi lo trovi così!
Dal pozzetto sento che parlottano fitto fitto in francese: noi non ci capiamo niente, ma sembrano contenti...
Appena escono offro anche a loro caffè e dolcetti : accettano volentieri.
Scambiano qualche parola in francese con Gilles, poi molto educatamente ci ringraziano in inglese e chiedono se gentilmente possiamo riportarli a terra. La visita, in tutto due ore abbondanti, si conclude con sorrisi e strette di mano.
Chissà??
Ipotesi di Robi : "Charles" sta cercando una "garsonnier" a Papeete che costi meno di un appartamento .
Il PADDY BOY  ormeggiato alla boa sarebbe perfetto...
" Chi pensa male fa peccato, ma..."
Lasciamo passare qualche giorno poi chiediamo ad Alexandre se ha notizie di "Charles".
Sembra che sia interessato, ma non ha firmato alcun assegno per assicurarsi l'affare... Sembra che stia per partire per le ferie...Se ne riparlerà al suo ritorno....Mah....
Agosto : tutto tace....
Soltanto alcuni "perditempo" che chiedono un appuntamento e poi spariscono  senza dare spiegazioni.
Settembre
Incontriamo per caso "Bob" al ristorante "Casa bianca"  del Marina Taina : "Bella la vostra barca, veramente ben tenuta.
Ne ho visitate altre,ma la vostra è senza dubbio la migliore. Purtroppo la mia fidanzata (???!!!) pensa che il pozzetto centrale sia troppo piccolo...Buona fortuna!"
Ci giungono anche notizie di "Charles": Alexandre l'ha incontrato di nuovo.Lui era convinto dell'acquisto. Magari avrebbe tirato  un po' giù il prezzo, ma la moglie, senza neanche aver visto la barca (Aahaaa!!) non voleva saper nulla del nuovo "giocattolo "....
Si sa, l' ultima parola spetta sempre alla donna...
Nel frattempo noi  ci siamo spostati alla boa di fronte al Marina Taina a Fa à , e abbiamo fatto amicizia con Jose e Maite' , vicini di ormeggio del "Jomai" ...ma questa è un'altra bella storia da raccontare...
A fine mese un nuovo appuntamento: un cliente da Bora Bora vuol vedere il PADDY BOY.
Per arrivare a Tahiti deve pagarsi il volo in aereo: potrebbe essere un contatto serio ...
Altra giornata per ri-tirare a lucido la nostra villa galleggiante in attesa del, forse, nuovo proprietario.
Arriva Alexander con una lancia in alluminio : a bordo due giovani donne e una bambina.Boh??
Il marito è impegnato sul lavoro, ed ha mandato in avanscoperta la moglie  con bimba di un anno e la cognata che fa da baby sitter.
Mossa astuta !
Potrebbe essere la volta buona...
Alexandre fa gli onori di casa: professionale, attento ad ogni dettaglio, finalmente ci  convince...
Noi aspettiamo in pozzetto come sempre...
Un'ora e mezza di perlustrazione esterna ed interna, parecchie foto e telefonata in diretta con il marito a Bora Bora...
Sembra stia andando tutto bene...
La bimba comincia a spazientirsi, la visita deve concludersi, stavolta niente caffè.
Ci salutiamo sotto una leggera pioggerellina che cade indecisa da un cielo grigiolino: la temperatura però rimane a trenta gradi...
Passiamo ventiquattrore a fare ipotesi...
Stavolta  mettiamo  Alexandre sotto torchio : "Allora, è fatta??"
Due giorni dopo arriva il responso : niente da fare, la moglie è entusiasta ma il marito non ha abbastanza denaro per accontentarla.
Povera signora, che figura...
Peccato...
Non abbiamo fretta.
Arriverà quello buono, prima o poi...
Nel frattempo siamo felicemente in vacanza, già da tre mesi ,a Thaiti !
Meglio di così...
La prima pioggerella dopo mesi di sole pieno.E' durata solo poche ore...