Translate

lunedì 29 dicembre 2014

Natale 2014

E' veramente difficile...
Un brindisi a bordo: AUGURIII !!!!
Proprio se mi sforzo ,ma tanto, insistendo con qualche melodia natalizia,per qualche minuto ci riesco...ma no, la visione si dissolve all'istante...insomma, non si può "ficcare" a spintoni l'atmosfera natalizia in un paesaggio di acque cristalline, sole e spiagge incontaminate..
In Australia ci riescono e fanno l'albero a bordo piscina, con brindisi , tuffi spumeggianti e BBQ sfarzosi..mi sa che adotteremo questo secondo "look" per il nostro Natale a Nysiros...
AUGURIIII !!!!!!!!!
E' bello vedere su FB come, ognuno dei nostri cari ,si è creato un suo angolo con albero, lucine e presepe: fa freddo, si sta bene in casa, ottima l'idea del caminetto acceso, deliziosi i regali preparati con le proprie mani...
Bello, ma tanto, tanto lontano...
QUI FA CALDO!
La "location": isola di Gyali, costa N, sullo sfondo Kos
Gyali





Ben, Fulanita (Fuli) e Joan

E allora VVVAAAIIII con il Natale "Caraibico" a Gyali, in spiaggia, con il Cat di Ben e Joan.
Filiamo l'ancora in un metro d'acqua di fronte alla candida  spiaggia DESERTA  sulla costa N dell'isola .
Con il tender, in poche remate, siamo a terra.
La giornata non è proprio perfetta: ogni tanto una nuvola di passaggio crea qualche minuto di ombra da "brividuzzo", ma io, imperterrita, "gggiovane" più di tutti, mi faccio la mia bella nuotata il 25 di Dicembre.
 O NO ???!!!
Ben e Robi, "mastri fuochisti" allestiscono il falò,  mentre Joan ed io procuriamo  legna e arbusti secchi raccolti in spiaggia.
Come sempre abbiamo portato troppo cibo...
Salsicce speziate di Creta, costine  e spiedini con verdure e carne di maiale DOC, patate appena sbollentate , tagliate a rondelle e messe sulla brace a "fare la crosticina", soufflè di prosciutto e formaggio al forno e pasta fredda "stile Joan" da non perdere...
Il Cat di Ben e Joan
Fulanita
Vino ghiacciato, spumante per il brindisi e poi, a bordo, con il motore acceso ,ci regaliamo un ottimo "Nespresso " in cialda.

Quasi in spiaggia..solo con un catamarano "se pol"...!


 Si rientra a Paloi verso le quattro del pomeriggio: il tramonto è spettacolare .
Noi stiamo bene, sereni, tutti e quattro, più la dolce  Fuli,sdraiati al sole sulla "terrazza" di prua.








La barca è affidata al pilota automatico e un tenue venticello da N gonfia garbatamente il fiocco...



Un brindisi a questa magnifica vita !!!!

Il colore dell'acqua a Gyali

Il nostro BBQ di Natale

Ben e Robi


 Costine e salsicce alla griglia
La pasta fredda di Joan
 Soufflè prosciutto e formaggio


Si procede a quattro nodi, sul mare appena increspato. davanti a noi la sagoma inconfondibile di Nysiros con la caldera vulcanica...





Che bel Natale, caldo, sereno, LIBERO...

mercoledì 24 dicembre 2014

Vigilia di Natale a Nisiros


Mandraki: le case del centro
Mercoledi 24 Dicembre 2014
VIGILIA  di NATALE


 Dopo un giorno e mezzo di 8Bf da Nord,stamattina tutto tace: sole pieno e mare liscio come l'olio...
Abbiamo la "casetta blu", il nostro giardino d'inverno, totalmente incrostata di sale: una lavata con la pompa,è d'obbligo... poi si pedala fino a Mandraki per lo "shopping" natalizio.
"Ahaaa!!! "penserete voi..." Ecco che ci risiamo con i regali..."


Mandraki dall'alto del monastero

           E invece no, fuori dalla retorica del consumismo che in Italia inizia un benevolo "lavaggio del cervello"  fin dai primi di novembre,noi oggi scendiamo in paese per rifornirci di carne, frutta e verdura, bagnoschiuma e carta igienica. Sufficit!
Per domani è in programma un selvaggio BBQ (Barbeque: NdR) sull'isola di Gyali, con tanto di raccolta della legna e preparazione di un gran falò in spiaggia...sempre meteo permettendo.

Pane fresco ogni mattina a Paloi dal furgoncino
Ci andremo con il cat di Ben,che, "pescando" soltanto 70 cm ci permette di ancorare a due passi dalla riva: il Paddy Boy se ne starà ,da bravo, in porto.
PETASTRA il noleggio di Stavros a Paloi
Arrivata a Mandraki non posso fare a meno di ritrarre,"nell'esercizio delle loro funzioni", i "tropo cocoli boteghèri"del paesino.
Stavros di "Petastra": motorini e auto a noleggio a due passi dall'ormeggio..fa anche rima...
Sembra di essere tornati indietro di cinquant'anni: non gli asettici,straripanti di merce, mega-super- market addobbatissimissimi con musica di Bing Crosby e cascate di lucine stile "Rokfeller Center"...naa...qui botteguzze e gran sorrisi!
Ci conoscono tutti : noi siamo "to scafos"" della barca", turisti si, ma italiani, quindi "una faccia una razza",accettati senza riserve!
"COOP" anche qua,"in picio" però...
Il "Bazaar", dopo l'ufficio postale e la farmacia, 50 mt a sinistra: prezzi buoni..
Mikael al bazaar, parla un ottimo inglese
Maria: "The best" per frutta e verdura
Il sig. Lakkis e la sig. Zoe  gestiscono la "Coop" di Mandraki
Yannis," IL macellaio".. con gli occhi azzurri...
Yannis. le sue mucche e i suio maiali  pascolano liberi a Lakki, nella piana del vulcano di Nysiros
Cime di broccolo con besciamella al gratin
Pasticcio di lasagne: contributo del Paddy Boy al BBQ di Natale
Come si usava tanti anni fa, si fa la spesa con calma, scambiando qualche parola con ogni commesso o proprietario che sia.
Mini market con salumeria all'ingresso di Mandraki
Ellini, la nostra "salumiera" preferita








video Sorrisi, gentilezza , calore umano...e una bella passeggiata per le vie di Mandraki, dove ci imbattiamo per caso in un "concertino" di auguri per il sindaco gentilmente offerto ...dall'esercito (!) con chitarra,percussioni e coro !!!





Come si dice "Buon Natale" in greco?
 "Kalò Christùiena"
E ..."Buon anno"? "Kalò Chronià"...

Se passate da queste parti in dicembre, può tornarvi utile...






giovedì 11 dicembre 2014

NISIROS :Dal mare alla vita agreste



Giuli e Pigiamino

Coccole con la pietra pomice

Pigiamino in estasi

videoOra della pappa per nove(!|) maialetti appena nati


Norman
Robi e Norman

Capretti


"Che noia!
11 dicembre 2014 ...30°...Nisiros
Da Emporeios verso Kos


 Chiusi in barca tutto il giorno ,  con tuoni ,fulmini e
Da Nikeia verso Thilos
grandine...La temperatura esterna intorno allo zero e dentro imbacuccati in vari strati di pile con il riscaldamento che arranca per creare un minimo di tepore..ma si può??"
Ecco il quadro esatto del nostro ultimo inverno a ...Porto San Rocco, Muggia, Trieste, Italia del Nord.
Oggi,quasi due anni dopo, l'inverno si è trasformato in una verdissima primavera, con acquazzoni di pochi minuti  che fanno subito posto ad un  sole accecante e caldo che , se trovi la spiaggia ridossata dal vento, ti fai una nuotata da "SPA 5 Stelle Super"...
Dove siamo? A Nisiros, Dodecanneso, sempre  ben ormeggiati nel porticciolo di Paloi: e chi ci schioda da qua???
Ma, onestamente, il problema "noia" si può presentare anche in questo angolo di  deserta beatitudine. Deserta, appunto.
I pochi abitanti rimasti per l'inverno,oltre ad un cordialissimo "Jassas" quando ci incontrano, non hanno modo di comunicare, se non a gesti.
 Colpa nostra.
 Siamo in Grecia da un anno e mezzo e conosciamo forse dieci parole di questa lingua.
La complicazione del doppio alfabeto, maiuscolo e minuscolo e la tendenza a comunicare con tutti in inglese, ci hanno tagliati fuori dal socializzare con gli "indigeni".
Ma. ..ci sono un sacco di gatti, bellissimi,
Vista la punta della coda?
cicciosi, ben nutriti con pesce fresco dai pescatori locali, che accettano le nostre coccole ronfando e "impastando" ,un po' in braccio a me, un pò avvinghiati al Comandante.
Quest' anno niente cani randagi.
Qui ci sono solo "bracchi "da caccia , agili e magrini, impegnati sui monti con lepri e fagiani.
Ovunque ci sono costruzioni che risalgono alla dominazione italiana del Dodecanneso dal 1912 al 1947: bei palazzi, strade, acquedotti...
Queste magnifiche "dodici isole "erano territorio italiano e i residenti erano cittadini italiani a tutti gli effetti. Un pezzo di storia patria da approfondire...
Nei nostri giri in motorino, ci siamo incantati ad ammirare la paziente e faticosa opera di terrazzamento dell'isola, che ha sicuramente salvato Nisiros dalle frane.
Ogni terrazza erbosa ospita famigliole di capre con i loro piccoli capretti"pellicciosi"  che sembra vogliano solo giocare .
Alcuni di loro, nati da poche ore, hanno ancòra il cordone ombelicale, secco, che penzola dal pancino, ma sono già agili e scattanti come i loro cugini cerbiatti.
 Le capre mamme,sono inavvicinabili e paurose.
Grosso ...grasso ...gatto greco!
Scappano non appena ti vedono,  saltando da una roccia all'altra in velocità.
Tutte, meno una, con un corno e mezzo, che mi ha puntato il muso contro, decisa ad
affrontarmi,ma ad un passo da me si è fermata , per studiarmi più da vicino e si è beccata così un sacco di coccole..
Unica in tutta l'isola.
 PS: La capra non puzza, si può accarezzare senza timore. Il caprone,cioè l'ariete,meglio non toccarlo...lascia una  tremenda scia tipo puzzola...
Robi si è dedicato con successo all'approccio con mucche e vitellini ...
Sembrava una scena dal film"Scappo dalla città ,la vita, l'amore e le vacche". Mancava poco che si portasse il suo "Norman" in barca...
 "Dulcis in fundo" io ho stretto amicizia con  un..maiale!
"Tropo cocolo, come se pol  magnar ancòra prosciuto???"



 Lo abbiamo chiamato "Pig-iamino" e ormai l'"umido" della cucina di bordo è tutto per lui.
Bucce di patate, di mela, pezzi di carote, scarti di verdure: una "festa per il palato"...!
Legato alla zampa posteriore,con un cordino fissato ad un piolo piantato nel prato,Pigiamino ,con il grugno ,rivolta il terreno come fosse un erpice!
Basta spostarlo di qualche metro ogni giorno e ti ritrovi il campo arato a dovere...
Oggi la padrona mi ha insegnato un "trucco " per fargli le coccole: con una pierta pomice, si strofina il pancione del maialotto che cade a terra come in "trance" tanto se la gode...
Ma dimmi tu...?!
..e tra qualche mese non resteranno di lui  altro che prosciutti, cotolette e salsicce...SIGH!